FILIPPINE - TEMPESTE TROPICALI


Il 22 dicembre, la tempesta tropicale Tembin ha portato devastazione nelle Filippine, arrivando pochi giorni dopo la tempesta tropicale Kai-tak.

La tempesta ha scatenato frane e alluvioni, provocando la morte di oltre 200 persone, con altre decine ancora disperse. Più di 130.000 sono stati costretti a lasciare le loro case, alloggiando nei centri di evacuazione e con le famiglie ospitanti.

Un team di risposta di ShelterBox è stato distribuito nel paese per svolgere le valutazioni dei bisogni per scoprire dove è più necessario il nostro aiuto.

 

BANGLADESH - ROHINGYA CRISIS


Abbiamo una squadra in Bangladesh che lavora per capire di più sui bisogni dei Rohingya, più di 600.000 sono stati costretti ad attraversare il confine con il Myanmar in Bangladesh e altre migliaia continuano ad arrivare ogni settimana. Questa è la crisi dei rifugiati in più rapida crescita nel mondo.

La maggior parte degli sfollati vive attualmente in ripari di bambù e sottili fogli di plastica, lasciandoli esposti agli elementi.

Gli aiuti ShelterBox arriveranno in Bangladesh, sosterremo le famiglie con coperte, teloni, luci solari e portatori d’acqua. Questo aiuto vitale consente loro di raccogliere acqua potabile pulita e di spostarsi in sicurezza nei campi durante la notte.

 

CARAIBI - HURRICANE MARIA E IRMA


All’inizio di settembre, l’uragano Irma di categoria 5 ha causato devastazione nei Caraibi. Meno di due settimane dopo l’arrivo dell’uragano Maria, portò con sé una nuova ondata di distruzione.

Attualmente stiamo distribuendo una vasta gamma di aiuti nei Caraibi, in modo tale da poter adattare la nostra risposta al miglior supporto di diverse comunità.

Su alcune isole, come St Kitts e Nevis, Dominica e Repubblica Dominicana, ci sono abbastanza risorse naturali disponibili per ricostruire rapidamente le case con l’aiuto di un ShelterKit.

In altre aree, come le Isole Vergini britanniche e Barbuda, le nostre tende sono l’opzione migliore: creare una casa calda e sicura mentre avviene il lungo processo di pulizia.

SIRIA - ATTUALE CONFLITTO


Il conflitto in Siria è ormai entrato nel suo settimo anno. Ciò che è iniziato come una protesta pacifica nel 2011 è diventato da allora una delle guerre civili più brutali e complesse del pianeta.

Stiamo lavorando con i nostri partner, mano nella mano per Syria e ReliefAid, per aiutare le persone colpite. L’obiettivo attuale è quello di fornire riparo e aiuti in vista delle condizioni climatiche più fredde e tempestose e di soddisfare le esigenze durante il rigido inverno in questa regione.

Nel corso degli anni abbiamo fornito una vasta gamma di aiuti per il ricovero, oltre a vestiti caldi per bambini e articoli pratici come le stufe a cherosene. Abbiamo già aiutato 10.000 famiglie finora nel 2017 e ulteriori aiuti sono attualmente in corso.

Somalia


Senza acqua, né pascoli

La grave siccità ha colpito circa 766.000 persone da novembre 2016. Molti sono pastorali e hanno perso fino al 70% delle loro mandrie. La siccità e la mancanza di cibo hanno aumentato il rischio di malattie e malattie, mentre i temporali improvvisi aggravano ulteriormente il pericolo.

Il nostro partner di azione a livello nazionale Action Aid ha distribuito con successo 441 ShelterBoxes alle famiglie di tre aree. Queste ShelterBoxes sono state adattate per soddisfare le esigenze specifiche delle comunità nomadi: la tenda è stata rimossa e sostituita con due teloni per impermeabilizzare i rifugi esistenti.

Un team è recentemente tornato dopo aver incontrato le famiglie per vedere come le loro vite hanno iniziato a migliorare da quando hanno ricevuto il supporto di ShelterBox. Una volta completate le valutazioni, avrà luogo una seconda e più ampia spedizione di aiuti.

Tutti gli oggetti essenziali all’interno di questi ShelterBox sono portatili, di vitale importanza per le famiglie nei campi temporanei, in modo che possano portarli con sé quando passano.