SHELTERBOX NOMINATION PER IL PREMIO NOBEL PER LA PACE 2018


Abbiamo ricevuto un sacco di domande e molto entusiasmo riguardo alla notizia che ShelterBox è stato nominato per il Nobel per la pace di quest’anno.
Siamo davvero onorati di questa nomina e vi terremo aggiornati con ulteriori novità – il vincitore è annunciato nell’ottobre 2018.

 

18/05/2018

Kenia
· Il team ha avuto un incontro positivo con il capo delle operazioni per la Croce Rossa del Kenya.
· Si stima che 30-35.000 famiglie siano ancora sfollate a causa delle inondazioni.
· I prossimi passi saranno di continuare a lavorare con la Croce Rossa per elaborare un piano di intervento e incontrarsi con il Rotary.
 Filippine
· Sono stati installati e completati 14 tetti su 29 CGI.
· Ora le persone potranno lasciare le tende che erano state montate nella scuola e tornare nelle loro nuove case, il che significa che ora i bambini potranno tornare a scuola.
 Siria
· Il lavoro continua con Bahar su una potenziale distribuzione di 400 tende e NFI.
 Camerun
· Il nostro intervento è in rotta verso il Camerun.
 Ciad
· I nostri aiuti sono stati finalmente sdoganati e si stanno dirigendo verso il sito di distribuzione.
 Niger
· Abbiamo ricevuto il piano di distribuzione da Plan International, l’avvio dell’intervento è previsto per il 21 maggio.
 Nigeria
· Le distribuzioni dovrebbero terminare entro la fine della prossima settimana, successivamente ACTED inizierà a lavorare sul monitoraggio post-distribuzione.
 

 

Il forte legame in Nepal tra ShelterBox e Sua Maestà il Principe Harry

Il principe Harry (Sua Altezza Reale il Principe Enrico del Galles KCVO) è ben noto per le sue opere caritatevoli in tutto il mondo. Non c’è da stupirsi quindi che ShelterBox abbia attirato la sua attenzione per i briefing reali e per una premiere reale. L’agenzia internazionale per i soccorsi in caso di calamità ShelterBox ha una importante legame con Sua Altezza Reale il Principe Harry incentrata sul Nepal.

È noto come l’azione della casa Reale Inglese, famosa per i suoi interventi su questioni umanitarie come i bambini colpiti da situazioni sfavorevoli, gli ex-militari e le donne ferite, gli orfani dell’AIDS nel Lesotho, le mine antiuomo, le malattie mentali e la conservazione delle comunità africane e il patrimonio naturalistico.

Ma fu la sua carriera militare, come ufficiale in servizio in Iraq e in Afghanistan, a forgiare il suo cameratismo con i militari, e ispirò i Giochi di Invictus. Il principe Harry fu il primo membro della famiglia reale a servire in una zona di guerra sin dalla guerra delle Falkland.

Lavorare con i gurkhas nepalesi è un legame che condivide con ShelterBox. Nel maggio 2015 ShelterBox ha stretto un’alleanza con il Royal Gurkha Rifles Light Role Battalion per fornire aiuto alle comunità montane di alta quota in seguito ai terremoti in Nepal. Mentre prestava servizio in Afghanistan, il principe Harry aveva aiutato le truppe di Gurkha a respingere un attacco dei ribelli talebani, e più tardi disse di loro: “Quando sai che sei con i Gurkha, non c’è un posto più sicuro dove stare.”

Nel maggio 2015, il volontario SRT di ShelterBox Jimmy Griffith è stato invitato alla Government House di Auckland a far parte del primo tour reale del Principe Harry in Nuova Zelanda. Era tra i rappresentanti del servizio di emergenza e delle organizzazioni di soccorso in caso di calamità alla reception del Governatore. Il principe partì dopo un mese di addestramento con le forze armate australiane.

Più tardi quell’anno, il Principe Harry Harry e il Duca e la Duchessa di Cambridge, invitarono ShelterBox in uno dei momenti più importanti- condividendo il tappeto rosso con la famiglia reale e la regalità di Hollywood alla Royal Film Performance nell’ottobre 2015. Nella brochure della prima proiezione a Londra del film di James Bond “Spectre”, i padroni di casa reali hanno scritto: “Siamo molto felici che l’evento di questa sera vada a beneficio di ShelterBox, in riconoscimento del lavoro che fornisce come risposta alle emergenze e alla resilienza in Nepal dopo il terremoto.” Il ricavato delle vendite di biglietti e brochure per la prima mondiale ha portato a ShelterBox una donazione di quasi 200.000 sterline.

L’esperto di gestione dei rischi di ShelterBox, Andrew Clark, che è stato anche coordinatore del Nepal nel paese dopo il terremoto, è stato successivamente invitato come consigliere del team del Principe Harry a Kensington Palace prima della sua visita reale in Nepal nel 2016.

In un impegnativo tour del Nepal, il principe Harry ha incontrato i giovani per parlare delle loro sfide ed opportunità. ShelterBox aveva distribuito School Boxes agli orfanotrofi nepalesi, ognuno dei quali conteneva materiale didattico per cinquanta alunni.

Una tenda ShelterBox era stata anche data a un’organizzazione di terapia artistica per i bambini del posto per creare un ambiente divertente e amichevole in cui i bambini potessero superare il trauma dei terremoti.

Il principe ha anche visitato l’ospedale per bambini Kanti a Kathmandu, dove ha incontrato piccoli pazienti feriti. Dopo i terremoti dell’aprile 2015, l’uso immediato delle tende ShelterBox già conservate a Kathmandu consentì di creare spazi clinici all’aperto per gli ospedali danneggiati.

L’amministratore delegato di ShelterBox, Chris Warham, afferma: “Il principe Harry è visto nel mondo come qualcuno che ha usato il suo privilegio per evidenziare cause importanti, che devono essere evidenziate. Siamo lieti di condividere un interesse comune con Sua Altezza Reale sul Nepal “.

“La matrigna del principe Harry, HRH The Duchess of Cornwall, è il presidente di ShelterBox, ed è stato immensamente utile a far luce sul nostro lavoro.”

“Lo staff di ShelterBox fa le congratulazioni a Harry e Megan nel giorno del loro matrimonio e li invita a visitare il quartier generale in Cornovaglia, dove riceveranno davvero un caloroso benvenuto.

Foto a copyright © ShelterBox:

Prince Harry al fianco di Jimmy Griffith alla reception del governatore ad Auckland, NZ maggio 2015. Giovane stagista di ShelterBox Grace Howarth presenta al principe Harry un opuscolo di souvenir per la Royal Film Performance alla Royal Albert Hall nell’ottobre 2015. Un incontro a Kensington Palace con Andrew Clark di ShelterBox (a sinistra, testa di tavolo) prima del tour del Principe Harry nel Nepal nel 2016.

11/05/2018

Filippine
· Il team ha fatto un viaggio di successo raccogliendo contenuti e tenendo gruppi di discussione per M & E, per discutere l’impatto dell’aiuto.
· Sono stati organizzati ulteriori focus group per discutere cosa fare con la dispersione dei fogli di ferro ondulato. La comunità ha deciso che vorrebbero costruire un rifugio comune, cucine e recinzioni.
 
Siria
· Il budget di questa settimana è stato approvato per fornire telone e NFI alle famiglie sfollate nel nord-est della Siria con l’organizzazione Bahar.
 
Ciad
· Ci sono ancora alcuni problemi con la rimozione degli aiuti dalla dogana, ma sono stati fatti progressi con le autorità locali.
· Se i visti saranno confermati, è probabile che la squadra partirà per il Ciad venerdì 18 maggio.
 
Niger
· Ci sono alcuni problemi per sdoganare gli aiuti per l’esenzione fiscale, in seguito alle recenti modifiche alla legge sulla tassazione in Niger. Operiamo con Plan International per risolvere questo problema.
 
Somalia
· Il progetto di fase tre è stato firmato – stiamo cercando di raggiungere 2.000 famiglie in sette campi sfollati  (IDP).
· Ci aspettiamo che gli aiuti arrivino nel porto di Berbera a metà giugno e, si spera, stiano schierando una squadra per monitorare le distribuzioni con Action Aid dal 22 al 26 giugno.
  

 
Monitoraggio 
 
Kenia
 
Migliaia di persone sono state sfollate in Kenya dopo che gravi inondazioni hanno colpito il paese. https://www.aljazeera.com/news/2018/05/kenyas-displaced-flood-victims-limbo-180506093856446.html
 
· 2 SRT sono in standby per poter essere schierati in Kenya.
· Il gruppo di accoglienza ha identificato un grande bisogno e c’è un divario di aiuti in linea con quello che possiamo fornire, siamo in attesa di ulteriori dettagli.
· La presenza del Rotary in Kenya è molto attiva e il nostro contatto SRT invia i dettagli.
 

01/05/2018

Siria
Le tende 336 flex 3 e NFI sono ora arrivate e sono pronte per essere distribuite. I nostri partner in Siria stanno attualmente lavorando mano nella mano con il Cluster Shelter per cercare un’area di intervento.
Nel Nord Est, i nostri partner Bahar stanno affrontando situazioni con sostituzioni forzate di tende. Hanno intercettato persone che danneggiano le loro vecchie tende per ricevere nuove sostituzioni quando arrivano i camion degli aiuti. Bahar ha deciso di dare una scorta a un altro partner con un migliore accesso in quest’area in modo che possano distribuire le tende più lentamente in tal modo si spera di eliminare questo problema. Ci aspettiamo alcune informazioni di budget dall’organizzazione Bahar per il progetto di telone e NFI.

Camerun
I nostri partner in Camerun, IEDA Relief (International Emergency and Development Relief) hanno riferito che sono state distribuite in totale 1.433 tende, con 203 tende e NFI distribuite solo nell’ultima settimana. I kit di igiene sono ora in rotta verso nord al campo in cui verranno distribuiti. La pianificazione è ora in atto per il prossimo rifugio e spedizione NFI in corso.

Niger
La prossima distribuzione è stimata per il 6 maggio.

Nigeria
Le distribuzioni iniziano questa settimana in Nigeria, con notizie di un afflusso di nuovi arrivi nei campi.

Somalia
Abbiamo concordato un fornitore per il trasporto degli aiuti ai siti di distribuzione e stiamo ultimando il MOU per la fase quattro con ActionAid e Hamsa. ActionAid sta facendo una rapida valutazione dei bisogni questa settimana, e dovremmo ottenere i risultati da questo entro le prossime due settimane.

Ciad
L’agenda per il prossimo schieramento sta arrivando insieme. Il team di distribuzione partirà all’inizio di maggio e sarà guidato da Jack Bailey con Amy Crisp che rappresenta Monitoraggio e valutazione e Chloe Lyme che si unisce al team in un ruolo di raccolta di contenuti. Siamo in attesa di informazioni sull’arrivo della spedizione di aiuti, una volta confermato questo, formalizzeremo i piani per lo spiegamento del Ciad.

Iraq
Abbiamo ricevuto maggiori dettagli dai nostri partner ACTED per il progetto proposto, che riguarda 500 NFI di base e 500 kit di chiusura per i rimpatriati in Hawija. ACTED ritiene che l’accesso riprenderà a maggio.

RDC
Siamo in trattative con ACTED e l’IRC (International Rescue Committee) su una potenziale partnership nella RDC. Ottenere aiuti nella RDC è estremamente complesso e questo deve ancora essere approfondito.

Sudan
Ci stiamo preparando a inviare due persone in Sudan per incontrare quattro potenziali partner e agenzie umanitarie che già lavorano lì, per vedere se ci sono lacune negli attuali interventi.

Filippine
Al momento stiamo preparando una squadra per l’implementazione il 3 maggio per raccogliere i contenuti e lavorare con il Rotary sul progetto di rifugio temporaneo. Forniremo CGI (lamiera ondulata) per coperture a supporto del progetto.
Maggiori informazioni sullo schieramento e sul progetto delle Filippine con il Rotary International, così come tutti gli altri progetti.

Monitoraggio

Kenia
Le inondazioni in Kenya sono peggiorate, con le segnalazioni di 200.000 persone sfollate. Abbiamo avuto poche informazioni sul motivo per cui le persone sono stati spostate e se le loro case sono state completamente distrutte o solo parzialmente danneggiate. La Croce Rossa del Kenya ha sostenuto finora fino a 500 famiglie, e poiché ci sono già molte agenzie umanitarie con sede a Nairobi, potrebbe non esserci la necessità di un intervento ShelterBox.

http://www.bbc.co.uk/news/world-africa-43877548

20/04/2018

Siria
Stiamo lavorando con la nostra organizzazione partner Bahar sulla possibile distribuzione di Shelterkits e NFI a due gruppi diversi. Stiamo anche lavorando con il nostro partner ReliefAid sui prossimi passi, che si tratti di una distribuzione estiva o di una maggiore attenzione alle distribuzioni invernali.
 
 Camerun
Nel campo di Minawao sono in corso le distribuzioni di oltre 200 tende AMG e kit NFI. C’è stato un cambio di missione in Camerun, quindi siamo attualmente in un periodo di transizione.
 

Chad
A seguito di una richiesta di martedì di questa settimana, basata sui bisogni di riparo dei rifugiati della Repubblica Centrafricana (CAR) che arrivano nel sud del Ciad, stiamo cercando di reindirizzare 100 teloni e kit NFI a tale necessità.

Nigeria
I kit sono imballati e pronti per essere distribuiti la prossima settimana, puntiamo alla distruzione per lunedì 23 aprile.
 
Somalia
Stiamo lavorando con ActionAid sulle quotazioni di transito.

Caraibi
Tende e NFI sono state recentemente distribuite a Barbuda ma, mentre la stagione degli uragani si avvicina rapidamente, tutte le ulteriori distribuzioni di tende saranno sospese. Non c’è ancora governo sull’isola.
  
Monitoraggio
  
Tanzania: ci sono state recentemente gravi inondazioni in Tanzania – circa 250 case sono state distrutte: https://www.independent.co.ug/14-killed-in-days-of-flooding-in-tanzania-city/

Madagascar: rapporto di un piccolo ciclone che si forma a nord del Madagascar.

Sud Sudan: abbiamo monitorato la crisi umanitaria in Sudan, dove è stato riferito che oltre 1,5 milioni di persone hanno bisogno di riparo. Stiamo cercando di inviare una squadra per lavorare con il gruppo di accoglienza e valutare il divario di rifugio e stanno attualmente lavorando sui visti.

 
 

Notizie dal Rotary
 
Ci sono alcuni articoli / blog recenti su ShelterBox pubblicati dal Rotary e ospitati sui siti del Rotary:
  
– Questo blog sul nostro lavoro in Ciad è presente sul sito del Rotary International Gran Bretagna e Irlanda dopo che Lucy Carr ha evidenziato a RIBI la pietra miliare di raggiungere 10.000 famiglie in Ciad.
 https://www.facebook.com/RotaryinGBI/posts/10156185186460692
 
– Ecco una visione esclusiva e unica del vigoroso addestramento che i nostri membri SRT devono affrontare. In questo articolo, al Rotary International è stato dato un accesso senza precedenti alla relazione su tre Rotariani che hanno fatto il possibile per aiutare le famiglie di tutto il mondo:
 https://www.rotary.org/en/shelterbox-daunting-final-exam-volunteers
L’articolo è stato pubblicato nell’edizione di maggio della rivista “The Rotarian” e il RI sta progettando di fare un lancio sui social media una volta tradotto in tutte le lingue ufficiali del Rotary.
Questo progetto è nato dopo 18 mesi di trattative e duro lavoro. Un enorme ringraziamento al team di formazione e Nicky Richardson per aver permesso che questo accadesse, e a Ned Morris, Wes Clanton e Katelyn Winkworth per aver accettato la loro già impegnativa selezione e allenamento.  
  
– Lo studente del servizio di scambio rotariano Yannis Comino ha usato la sua pausa estiva dal college per allenarsi con Shelterbox e acquisire esperienza di prima mano nel soccorso in caso di calamità. Leggi il suo blog qui:
https://www.facebook.com/rotary/photos/a.366443499551.211988.7268844551/10157449475984552/?type=3
Queste cose non sono episodi isolati e i loro effetti a catena continuano a raggiungere molto più lontano di quanto possiamo immaginare. Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a renderli possibili.

 

 

10/04/2018

· Papua Nuova Guinea
 
Il team è ora tornato a casa dopo aver preso la difficile decisione di non intervenire. Questa decisione è stata presa a causa di una combinazione di fattori, tra cui l’ambiente ad alto rischio sicurezza e le difficoltà nel raggiungere le aree colpite. Dopo gli incontri con Care International e International Organization for Migration (IOM), nessuno dei due desiderava concentrarsi sulla fornitura di alloggi, quindi l’assenza di un partner di implementazione idoneo che potesse garantire la responsabilità a Shelterbox è stata la ragione principale del ritiro. L’intervento di PNG è ora terminato.
 
 
· Siria
 
Ultime notizie di un presunto attacco chimico a Douma – l’ultima città dei ribelli nella Ghouta orientale. Stiamo tenendo d’occhio questa situazione e continueremo a lavorare con i nostri partner per aiutare gli sfollati all’interno della Siria.
 
BBC NEWS

C’è stato un recente aumento dei bombardamenti aerei su Idlib, dove i nostri partner stanno lavorando, con più attacchi in atto da quando circa 47.000 persone sono state trasferite dalla Ghouta orientale a Idlib. SIRIA 
Il rapporto sul monitoraggio post è stato ricevuto da ReliefAid in Siria dalla loro distribuzione invernale, con un feedback positivo sugli SchoolKit che sono stati distribuiti da Shelterbox. Il 98% degli insegnanti ha affermato di aver trovato più facile insegnare ora che hanno i materiali giusti da Shelterbox. Il rapporto completo è visibile qui (lingua inglese). Winter Shelter Distribution PDM Report Dec 2017
L’organizzazione Bahar ha appena terminato le valutazioni e ha riferito che c’è poco bisogno di tende ma più bisogno di Shelterkits.
 
· Nigeria – Conflitto / bacino del lago Ciad
I kit NFI sono stati imballati e pronti per la distribuzione. Ora stiamo lavorando per l’imballaggio di ShelterKits con ACTED.

2.300 miglia per far conoscere le azioni di SHELTERBOX!

Il volontario di ShelterBox USA Erik Elsea percorrerà in canoa sul fiume Mississippi, dalle acque del Nord del Minnesota fino al Golfo del Messico in Louisiana, per aumentare la consapevolezza e le donazioni per il lavoro umanitario di ShelterBox.

A partire dal 6 luglio, Erik trascorrerà 90 giorni sul fiume, fermandosi a fare presentazioni di ShelterBox lungo il percorso. Il viaggio commemorerà il 25 ° anniversario del Great Flood, il grande diluvio e ricorderà le persone che hanno perso tutto quell’estate.

L’allagamento è il primo disastro naturale in cui vede l’impegno dei volontari di ShelterBox.

Seguite il viaggio su Mississippi Expedition for ShelterBox o visitate il sito web: www.MississippiExpedition.com

L'immagine può contenere: nuvola, cielo, montagna, spazio all'aperto, acqua e natura

Habitat per l’umanità

 A consolidamento dell’effettiva collaborazione di ShelterBox e Habitat for Humanity negli ultimi anni, le due organizzazioni hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) che guiderà il lavoro comune durante i futuri interventi ai disastri, a seconda dei casi. ShelterBox e Habitat cercheranno anche una collaborazione congiunta attraverso la formazione, gli sviluppi tecnici sul campo e il supporto condiviso per organismi di coordinamento come il Global Shelter Cluster.

 Si ritiene che questo lavoro di squadra, con ShelterBox incentrato sul ricovero di emergenza e Habitat for Humanity sul recupero, consentirà alle due parti di sfruttare al meglio i loro punti di forza e specializzazioni e di massimizzare l’aiuto disponibile per le famiglie colpite da disastri e dai conflitti.

Filippine:

ShelterBox è molto orgoglioso della sua nuova presenza nelle Filippine e grato al Rotary per il suo sostegno nel realizzare questa nuova struttura nel paese, molti anni nella pianificazione.

Ora che ShelterBox Operations Philippines è un’entità legale, registrata a Cebu con fiduciari e azioni di aiuto in attesa, ha già dimostrato il suo valore nella nostra risposta alle tempeste tropicali Kai Tak e Tembin.

Un responsabile dello sviluppo di uffici in Filippine è ora in servizio, e nei prossimi mesi il team crescerà. Il vantaggio principale di tutto questo lavoro è che ShelterBox è riconosciuto ufficialmente dal governo filippino come un’agenzia di soccorso in caso di calamità, con le libertà di operare, importare e, se del caso, materiali di aiuto a livello locale.

Sta già rendendo la nostra risposta agli eventi meteorologici delle Filippine più tempestiva, efficiente ed economica. Questo è il paese in cui ShelterBox ha risposto più di ogni altro al mondo – 24 volte negli ultimi 13 anni – ed esemplifica la forza della nostra partnership umanitaria internazionale con il Rotary. Dimostrando il modello flessibile e agile di ShelterBox al lavoro, questo è il posto giusto per fare un primo passo coraggioso verso le basi operative locali.