03/12/2018

Indonesia:
 

Nel fine settimana, una squadra ha partecipato, a Bali, ad un incontro con il Rotary per lavorare sull’accordo di fornitura di teloni e corde. E’ stato così firmato l’accordo ed il 6 dicembre arriveranno a Macassa, da Bali, 300 teloni; oggi (30 novembre) 325 saranno inviati a Palau direttamente da Macassa.Nel week end un secondo team si è esercitato con i filtri per l’acqua e le zanzariere; inoltre sono stati effettuati controlli sulle tende distribuite.

Kenya:
 

Sono stati distribuiti tutti i Kit restanti: si sono così raggiunte tutte le 2.000 famiglie previste inizialmente.

Nigeria:
 

Questa settimana, Acted ha distribuito 65 Kit: dato che non si sono rivelati sufficienti, sono sati aggiunti al progetto ulteriori 75 Kit, che saranno presto distribuiti. Siamo in trattativa con ACTED per un altro progetto Shelterbox in Nigeria.

Siria:
 

ReliefAid ha posticipato la distribuzione di abiti che doveva partire la prossima settimana a causa di un coprifuoco partito nell’area dove le famiglie ricevono gli aiuti: ci ha informati che sono stati distribuiti 742 ShelterKits su 15.000. Sperano di distribuire i kit rimanenti entro domenica.

Etiopia:
 

IOM (International Organization for Migration) vuole costituire una partnership con Shelterbox per continuare a cooperare in Etiopia. In questo periodo le aree in cui si è distribuito il materiale hanno lobero accesso: di conseguenza lo staff di IOM potrà tornare sul territorio per eseguire il monitoraggio post-distribuzione.

Caraibi:
 

Sono state distribuite 129 delle 130 tende previste.

Cameroon:
 

La spedizione di materiale partita dal Belgio dovrebbe arrivare il 26 dicembre (prima di quanto previsto).

 

23-11-2018

Indonesia
Nel fine settimana il team ha svolto due sessioni Train the Trainer, raccolto i dati sui beneficiari e condotto il monitoraggio post distribuzione. Questo è successo a Panau, Tongge e Sindosa. Durante lo svolgimento delle visite nel fine settimana, il team ha notato che il bisogno di tende è superiore a quante tende sono già nel Paese, purtroppo il governo ha detto che non ci può essere più importazione internazionale, quindi sembra improbabile che invieremo altri aiuti in Indonesia.
 Il team ha raccolto gli elenchi dei beneficiari e ha cercato di interpretare la situazione a seguito la segnalazioni di problemi parlando direttamente ai beneficiari con i traduttori, ma non ha riscontrato nessun problema particolare. Probabilmente le lamentele erano riferite verso i leader della varie comunità che cercano di ottenere più aiuti per le loro comunità. Ci sono ancora da allocare aiuti per 75 famiglie. Il team non ha ancora ricevuto i campioni di telo cerato dal Rotary. Una piccola squadra si sta dirigendo a Bali oggi per incontrarsi con il Rotary e ottenere il telone di procurato localmente. Questi teloni saranno un’aggiunta alle tende distribuite per fornire un’ulteriore protezione dalla stagione delle piogge.
 
Filippine
Il team ha condotto un’intervista con un beneficiario a Gonzaga per un caso di studio. Hanno anche lavorato al loro brief di comunicazione. Tutto lo staff e i volontari hanno lasciato le Filippine, l’intervento è stata tolto dalla lista.
 
Siria
Sono arrivati ​​gli ultimi camion per il progetto ReliefAid. Il piano di ReliefAid inizierà la distribuzione di abbigliamento per bambini la prossima settimana. Saranno distribuiti in 20 campi e speriamo di completare tutte le distribuzioni entro il 6 dicembre.
La parte finale del progetto Bahar, che è composta da 1500 materassi, è in rotta.
 
Camerun
Per il prossimo progetto lavoreremo di nuovo con IEDA e il progetto durerà oltre 4 mesi. I tempi stimati per lo stock arriveranno dal 4 al 22 gennaio.
 
Nigeria
ACTED ha distribuito 150 ShelterKit la scorsa settimana. Ciò significa che ci sono 480 ShelterKit e 217 NFI rimanenti. Dopo l’attacco avvenuto alcune settimane fa, ACTED ha aggiornato che la situazione si sta stabilizzando. Il team di sicurezza di ACTED sta monitorando da vicino la situazione.
 
Somalia
ActionAid inizierà il monitoraggio della distribuzione post tra una settimana.
 
Kenia
Abbiamo ricevuto la conferma definitiva dalla Croce Rossa del Kenya che i sacchetti di plastica delle zanzariere sono stati smaltiti correttamente. Ieri c’erano distribuzioni di 52 ShelterKit e NFI. Il numero di famiglie distribuite agli stand al 1979.
 
India 

Abbiamo visto con Habitat for Humanity  la necessità di riparare i kit di riparazione in India dopo le recenti inondazioni. Hanno riferito che 56.000 capanne (case con tetto di paglia) sono danneggiate e 30.000 sono parzialmente danneggiate. Abbiamo bisogno di maggiori informazioni sulla necessità prima di poter prendere una decisione sulla risposta. Stiamo guardando fornitori locali.
 
Altre notizie

Lombok Content Trip – Un membro dello staff si recherà a Lombok nella prima settimana di dicembre e sarà in grado di trascorrere un po ‘di tempo con le famiglie che hanno ricevuto aiuti ShelterBox, comprese le tende. Queste persone avrebbero passato gli ultimi tre mesi a vivere nelle tende utilizzando gli aiuti, compresi set da cucina e luci solari, quindi è un’occasione per raccontare storie sul vero impatto del nostro aiuto. Il Rotary è stato un grande attore in questa risposta, Sam si incontrerà e sarà supportato da Ace Robin (presidente di club locale) e da altre donne chiave del Rotary nell’area.
 

13-11-2018

 

Indonesia

–       Il team ha distribuito attrezzature a 200 famiglie ed ora sta preparando un nuovo campo per 40 famiglie

–       Nel fine settimana la squadra ha incontrato i funzionari del Governo che hanno suggerito ulteriori aree in cui ci può essere bisogno di tende

–       Avendo effettuato le valutazioni delle necessità, è stato identificato un villaggio con 121 famiglie bisognose

–       La struttura di coordinamento per la distribuzione delle tende sta passando da un livello nazionale a d uno più localizzato e provinciale. Il team sta valutando quali saranno le conseguenze a livello di risposta alle emergenze

–       Il team sta lavorando con il Quartier Generale per l’acquisto di teloni e corde, molto importanti essendo la stagione delle piogge

 

 

Filippine

–       Il team è arrivato e ha finito il monitoraggio post distribuzione, lavoro che la precedente squadra non era riuscita a completare a causa dell’evacuazione per il tifone Yutu.

–       La squadra ha avuto la possibilità di vedere come le persone usano gli aiuti che sono stati distribuiti e sono molto soddisfatti delle diverse modalità di utilizzo. In alcune aree sembra che non abbiano avuto istruzioni, ma pare che gli equipaggiamenti vengano comunque usati in modo corretto.

–       Abbiamo preso contati con il presidente dello Shelter delle Filippine per discutere delle potenziali lacune in caso di emergenza riguardo il Tifone Yutu.

–       La squadra sta esaminando un posto chiamato Isabella secondo le indicazioni di un Rotariano locale; il team potrebbe eseguire una rapida valutazione delle potenziali necessità entro il fine settimana

 

Kenya

–       Si è conclusa la distribuzione degli aiuti

–       È avanzata una piccola quantità di articoli non alimentari che non può essere distribuita come kit per le famiglie. Questi articoli verranno regalati alla Croce Rossa del Kenya, che potrà usarli per le inondazioni di ottobre

–       Stiamo ancora aspettando il certificato che dimostri che i sacchetti di platica per le zanzariere sono stati smaltiti secondo la legge Kenyana

 

Nigeria

–       Altre 150 famiglie hanno ricevuto articoli non alimentari

 

Monitoring

–       Aggiornamento sul Tifone Yutu: il numero delle famiglie danneggiate è leggermente aumentato, come prevedibile. In termini di numero di famiglie sfollate, ora si scende a 150, quindi si tratta di un calo significativo. 135 di quelle famiglie sono ancora nei centri di evacuazione, le altre sono in famiglia o con gli amici.

 

2-11-2018

TURCHIA

I membri del team operativo si sono incontrati con tutti e 3 i partner – Hand in Hand, Bahar e ReliefAid – così come i fornitori e il gruppo di cluster. Le discussioni si sono concentrate sul progetto di winterizzazione

Filippine
Una nuova squadra è uscita questa settimana per continuare con la risposta al tifone Mangkhut – 1042 famiglie hanno ricevuto aiuti fino ad oggi. Il team cercherà anche di vedere come possono sostenere il tifone Rosita: le cifre più recenti sono: 7.300 case danneggiate, 814 case distrutte, 12.866 persone evacuate

Indonesia
Le distribuzioni sono avvenute durante la settimana – 48 famiglie hanno ricevuto aiuti fino ad oggi. Stanno distribuendo alle famiglie le cui case sono state completamente distrutte. Le famiglie stanno arrivando in un punto centrale in moto per raccogliere il loro pacchetto di aiuti.

Iraq
ACTED ha ora procurato i pacchetti di aiuti (compresi sigillare i kit e altri articoli non alimentari) e ha finalizzato gli elenchi dei beneficiari. Le distribuzioni inizieranno la prossima settimana.

19/10/2018

Filippine
Il team ha distribuito a 202 famiglie a Santa Teresita portando il conteggio delle distribuzioni per questa settimana hanno a 500. Il team ha utilizzato per la prima volta il sistema PA per l’insegnamento del montaggio tende e possiamo dire che è andato incredibilmente bene.
 
Nigeria
Inondazioni estese hanno colpito circa un terzo del paese. Stiamo ancora esaminando l’invito nel paese dal punto di vista  della messa in sicurezza delle cose dopo l’alluvione.
 
Colombia
Le forti piogge dall’inizio di ottobre hanno causato inondazioni diffuse. Oltre 64.000 persone sono state colpite. Si dice che i bisogni principali siano il rifugio e l’NFI. La settimana scorsa abbiamo avuto una chiamata Skype con l’Unità nazionale colombiana per la gestione dei rischi di catastrofi per quanto riguarda le inondazioni.
 
Siria
Stiamo pianificando l’implementazione, che coprirà operazioni, M & E e acquisti.
 
Uganda
Giovedì c’è stata una frana. Un gruppo e un partner del Rotary con cui abbiamo lavorato in passato hanno richiesto aiuto. Tuttavia, il numero di famiglie colpite non soddisfa i nostri criteri al fine di decidere di intervenire.
Uno dei motivi per cui non siamo intervenuti l’anno scorso è stato a causa dei cavilli burocratici legati all’importazione. Questo è un altro fattore da considerare poiché significherebbe che il nostro aiuto arriverebbe in ritardo.

11/10/2018

Indonesia – Sulawesi
Il team di intervento di ShelterBox ha incontrato il cluster di aiuti e logistica. Stanno compilando informazioni per il modulo di richiesta del governo, che dovrebbe consentire loro di importare aiuti. Il governo ha consigliato agli operatori umanitari internazionali che non saranno più in grado di recarsi a Sulawesi con un visto turistico, il team operativo ora sta cercando di capire di più. Molti dei porti nell’area e l’accesso alla terra rimangono inaccessibili.
 
Kenia
Un totale di 1.909 famiglie in Kenya hanno ricevuto aiuti sinora in seguito alle inondazioni all’inizio dell’anno. Il team ha ricevuto dati di distribuzione dall’intervento di Tana River.
 
Somalia
Le distribuzioni stanno procedendo bene ma il team operativo sta ora cercando di sviluppare piani su quando concludere questo particolare intervento. C’è ancora un bisogno urgente di ulteriore assistenza al rifugio. Il modo in cui ci adattiamo non è così semplice. Il team esaminerà la situazione la prossima settimana.
 
Filippine
Il team sta tenendo oggi le sessioni di insegnamento al montaggio in vista della distribuzione di lunedì.
 
Camerun
Il quartier generale sta lavorando alla proposta di accordo di progetto per il futuro.

Habitat per l’umanità

 A consolidamento dell’effettiva collaborazione di ShelterBox e Habitat for Humanity negli ultimi anni, le due organizzazioni hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) che guiderà il lavoro comune durante i futuri interventi ai disastri, a seconda dei casi. ShelterBox e Habitat cercheranno anche una collaborazione congiunta attraverso la formazione, gli sviluppi tecnici sul campo e il supporto condiviso per organismi di coordinamento come il Global Shelter Cluster.

 Si ritiene che questo lavoro di squadra, con ShelterBox incentrato sul ricovero di emergenza e Habitat for Humanity sul recupero, consentirà alle due parti di sfruttare al meglio i loro punti di forza e specializzazioni e di massimizzare l’aiuto disponibile per le famiglie colpite da disastri e dai conflitti.